top of page

La sindrome di Hashimoto: una guida completa sulla malattia autoimmune della tiroide

La sindrome di Hashimoto è una malattia autoimmune che colpisce la ghiandola tiroidea, una parte fondamentale del sistema endocrino. Questa condizione, anche nota come tiroidite cronica autoimmune, prende il nome dal medico giapponese Hakaru Hashimoto, che per primo la descrisse nel 1912. Negli ultimi anni, la sindrome di Hashimoto è diventata sempre più comune, interessando un numero crescente di persone in tutto il mondo.


In questo articolo, esploreremo le cause, i sintomi, la diagnosi e il trattamento di questa patologia, fornendo una guida completa per coloro che ne sono affetti o che desiderano saperne di più.


CAUSE E MECCANISMI:

La sindrome di Hashimoto è una malattia autoimmune, il che significa che il sistema immunitario attacca erroneamente i tessuti sani del corpo. Nel caso della sindrome di Hashimoto, il sistema immunitario attacca la ghiandola tiroidea, causando infiammazione e danneggiando progressivamente il suo funzionamento. Le cause esatte di questa reazione autoimmune non sono ancora completamente comprese, ma si ritiene che fattori genetici e ambientali svolgano un ruolo significativo nello sviluppo della malattia.


SINTOMI E DIAGNOSI:

I sintomi della sindrome di Hashimoto possono variare da persona a persona e possono essere inizialmente lievi o sfumati. Tuttavia, nel corso del tempo, possono manifestarsi sintomi come:

✔️ Gozzo (ingrossamento tiroide)

✔️ Stanchezza eccessiva e affaticamento

✔️ Aumento di peso o difficoltà a perdere peso

✔️ Capelli sottili e secchi

✔️ Battito cardiaco rallentato

✔️ Dolori articolari o muscolari

✔️ Stitichezza

✔️ Difficoltà di concentrazione

✔️ Depressione


La diagnosi di sindrome di Hashimoto si basa su un'analisi dei sintomi, sui test di funzionalità tiroidea e su specifici esami del sangue, come il dosaggio degli ormoni tiroidei e la ricerca di anticorpi anti-tiroidei (antiTG e TPO)


TRATTAMENTO E GESTIONE:

Attualmente, non esiste una cura definitiva per la sindrome di Hashimoto, ma è possibile gestire efficacemente i sintomi e rallentare la progressione della malattia attraverso un trattamento appropriato. Il trattamento tipico prevede l'assunzione di ormoni tiroidei sintetici per sostituire quelli prodotti in modo insufficiente dalla ghiandola tiroidea. Questo aiuta a mantenere i livelli degli ormoni tiroidei nel range normale e ad alleviare i sintomi associati. Altro punto fondamentale è il miglioramento delle abitudini alimentari:


1️⃣ Alimenti ricchi di iodio: L'iodio è un nutriente essenziale per la produzione degli ormoni tiroidei. Integrare nella dieta alimenti come alghe marine, pesce, latte e uova può aiutare a mantenere un adeguato apporto di iodio.


2️⃣ Antiossidanti: Gli antiossidanti aiutano a ridurre l'infiammazione nel corpo. Includi nella tua alimentazione alimenti ricchi di VITAMINA C (agrumi, kiwi), VITAMINA E (semi oleosi, avocado),BETA-CAROTENE (carote, zucca) e precursori del GLUTATIONE.


3️⃣ Omega-3: Gli acidi grassi omega-3 sono noti per il loro effetto anti-infiammatorio. Pesce grasso come salmone, sgombro e sardine, semi di lino e olio di pesce sono ottime fonti di omega-3.


4️⃣ Alimenti anti-infiammatori: Alcuni alimenti hanno proprietà anti-infiammatorie che possono essere utili nella sindrome di Hashimoto. Includi nella tua dieta curcuma, zenzero, aglio e tè verde per sfruttarne i benefici.


5️⃣ Glutine e latticini: Alcune persone con sindrome di Hashimoto possono trarre beneficio dall'eliminazione/limitazione del glutine e dei latticini dalla dieta, poiché possono contribuire all'infiammazione e all'intolleranza alimentare.


6️⃣ Equilibrio calorico: Mantenere un equilibrio calorico adeguato è importante per la gestione del peso e il benessere generale. Cerca di seguire un'alimentazione bilanciata e adatta alle tue esigenze specifiche.


La sindrome di Hashimoto è una malattia autoimmune della tiroide che richiede una gestione a lungo termine. È importante consultare uno specialista se si sospetta di avere questa condizione o se si manifestano sintomi correlati alla funzionalità tiroidea. Una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato possono contribuire a garantire una migliore qualità della vita per coloro che vivono con la sindrome di Hashimoto. Inoltre, è essenziale adottare uno stile di vita sano, includendo una dieta equilibrata, esercizio fisico regolare e gestione dello stress, per favorire il benessere generale e supportare la funzionalità del sistema immunitario.

È importante sottolineare che ogni individuo affetto dalla sindrome di Hashimoto può sperimentare sintomi e risposte al trattamento diversi. Pertanto, è fondamentale lavorare a stretto contatto con uno specialista, come un endocrinologo ed un nutrizionista, per individuare il piano di trattamento più adatto alle esigenze individuali.



A cura di

Dr. Davide Palumbo

Biologo Nutrizionista e Chinesiologo



Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento. Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto Nutrizionista-Paziente o la visita Nutrizionale.

19 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page