top of page

Salmone Selvaggio vs Salmone Allevato: Una Scelta Nutrizionale e Ambientale. L'Analisi del Dott. Davide Palumbo


Il salmone è ampiamente riconosciuto per i suoi benefici per la salute, ma quando si tratta di scegliere tra il "salmone selvaggio vs quello allevato", esistono importanti differenze nutrizionali e ambientali che devono essere considerate. In questo articolo, esploreremo i motivi per cui dovresti optare per il salmone selvaggio rispetto a quello allevato.


Profilo Nutrizionale Superiore del Salmone Selvaggio

Il salmone selvaggio offre un profilo nutrizionale superiore rispetto al salmone allevato, particolarmente per quanto riguarda il contenuto di grassi e di acidi grassi omega-3. Mentre il salmone selvaggio tende ad avere meno grassi, con circa 3-7 grammi di grassi per 100 grammi di prodotto, il salmone allevato può contenere fino a 16 grammi di grassi per la stessa quantità. Questo fa del salmone selvaggio una scelta migliore per coloro che cercano di controllare l'assunzione di grassi.

Inoltre, il salmone selvaggio è ricco di acidi grassi omega-3, noti per i loro benefici anti-infiammatori e protettivi per la salute cardiaca e cerebrale. D'altra parte, il salmone allevato contiene spesso un eccesso di acidi grassi omega-6 rispetto agli omega-3. Un eccesso di omega-6 può contribuire all'infiammazione nel corpo se non bilanciato correttamente con gli omega-3. Quindi, optare per il salmone selvaggio può aiutare a mantenere un rapporto più equilibrato tra omega-6 e omega-3 nella dieta.


Minore Contaminazione e Uso di Antibiotici nel Salmone Selvaggio

Il salmone allevato è spesso coltivato in ambienti confinati, dove i pesci sono costretti in spazi ristretti. Questo ambiente favorisce la diffusione di malattie tra i pesci, rendendo necessario l'uso diffuso di antibiotici per prevenire e trattare le infezioni. Come risultato, il salmone allevato può contenere tracce di antibiotici che possono essere dannose per la salute umana quando consumati.

D'altra parte, il salmone selvaggio vive in ambienti naturali, dove ha la libertà di nuotare e crescere in modo naturale. Ciò riduce significativamente la necessità di utilizzare antibiotici nel salmone selvaggio, rendendolo una scelta più sicura per la tua salute.


Sostenibilità Ambientale del Salmone Selvaggio

Un altro importante fattore da considerare è la sostenibilità ambientale della pesca del salmone selvaggio rispetto alla produzione del salmone allevato. Il salmone allevato è spesso nutrito con grandi quantità di soia e mais, che richiedono l'utilizzo intensivo di terreni agricoli e possono contribuire alla deforestazione e alla distruzione degli habitat naturali.

D'altra parte, il salmone selvaggio è pescato in modo sostenibile da popolazioni di pesci che sono gestite in modo responsabile per garantire la loro sopravvivenza a lungo termine. Questo lo rende una scelta più ecologica e sostenibile per coloro che desiderano ridurre l'impatto ambientale della propria dieta.


Scegliere il Salmone Selvaggio è facile! Basta cercare le ETICHETTE che indicano "selvaggio" al supermercato o acquistare da fonti di pesca sostenibile e certificata.


Prova il gusto autentico del Salmone SELVAGGIO e fai la scelta migliore per TE e per l’AMBIENTE. Mangia bene, scegli il selvaggio!


A cura di

Dr. Davide Palumbo

Biologo Nutrizionista e Chinesiologo

Specializzato in alimentazione per perdere peso in modo salutare

🔵 LowCarb e KetoDiet

🔵 Nutrizione Sportiva

🔵 Dieta Vegana



Salmone Selvaggio vs Allevato
Salmone Selvaggio vs Allevato

Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento. Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto Nutrizionista-Paziente o la visita Nutrizionale.

29 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page